Riconquistate le vostre strade

La strada principale, acquitrinosa e putrida, era il luogo del villaggio, sul quale aprivano, ma non solo, le botteghe. Le botteghe si impossessavano in parte di quel luogo, estendendo i propri confini con tavoli e sedie, attrezzi del mestiere, insegne, luoghi di lavoro.

I bambini giocavano attorno ai propri genitori che lavoravano, insieme agli altri bambini del villaggio. Un cavallo si faceva strada rallentando. Qualcuno mangiava. Cani e gatti cercavano qualche avanzo. Due vecchie chiacchieravano sedute davanti al portone.

Quello era il villaggio.

Si poteva dire che quando la luce scemava, quando le famiglie si appartavano, allora la vita del villaggio finiva, o meglio, si interrompeva. Fino all’alba successiva.

Nelle città la vita fioriva ancora più caotica. Mercanti, saltinbanchi (liberi di praticare la loro arte senza permessi comunali) cerusichi e millantatori, predicatori e poveracci, nella sua liberalità la città era ricca come lo è una giungla. Mille diversità la rendevano interessante, perché mille storie venivano raccontate ad ogni angolo.

La nostra civiltà è in qualche modo discendente da quella.

Ma come ci siamo trasformati?

Come abbiamo trasformato i luoghi che erano i luoghi dei nostri incontri?

Rinunciare ai nostri spazi pubblici ha forgiato i nostri caratteri verso una maggiore difficoltà a comunicare?

In realtà in noi c’è ancora tutta la voglia di provare ogni giorno, uscendo dalla porta della nostra casa, quella gioia della socialità, e la ricchezza dell’esperienza altrui.

E allora fallo.

Cambia ciò che non ti piace.

Cerca chi la pensa come te.

Insieme a lui discutete. Organizzatevi.

E riconquistate le vostre strade.

 Street-Party-171

Manuel Gazzola

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...