C’è spazio per tutti?

C’è spazio per tutti significa in realtà: c’è uguale spazio per tutti?

E cioè: abbiamo tutti gli stessi diritti in strada?  Contiamo tutti uguale, oppure a seconda del modo in cui ci muoviamo qualcuno è più uguale degli altri?

IL PEGGIORE NEMICO DELLA BICICLETTA

Alcuni di noi non usano la bicicletta perchè è comunque più comoda l’auto, al di là di tutto il resto.  Magari qualcuno non ce l’ha pure.

Ad altri invece  piacerebbe l’idea di fare più spesso due pedalate, ma c’è qualche altro motivo che li ostacola.

Vediamo un pò:  secondo te quali sono oggi i maggiori ostacoli alla mobilità ciclistica sulle nostre strade?

LE STRISCE PEDONALI FUNZIONANO?

Conosci l’attraversamento pedonale da pedone, e lo conosci da automobilista.

Secondo la tua esperienza, le strisce pedonali sono una misura sufficiente a dare effettivamente la precedenza al pedone sull’automobilista?

Scegli la risposta che condividi di più.

CHI E’ SFAVORITO IN STRADA?

Se potessimo aumentare quanto vogliamo la larghezza delle strade esistenti avremmo lo spazio per farci stare comodamente, ognuno per conto suo, i pedoni, i ciclisti, i veicoli e le auto in sosta.   Personalmente in molti casi non credo che sarebbe un bene, ma non è questo il momento per questa discussione.

Torniamo a noi: considerato che la soluzione non è appunto quella di allargare le strade urbane, la questione diventa automaticamente un’altra: lo spazio è distribuito in modo equo tra i diversi utenti della strada, e cioè i pedoni, i ciclisti e gli automobilisti?