Jan Gehl

jan gehl

Jan Gehl è un professore danese di urban design, ormai ultrasettantenne, ma con lo sguardo giovane di chi si è mantenuto una brava persona attraversando le scelte che ha dovuto compiere nell’arco di una vita.

E’ certamente da considerarsi tra i nostri padri, perchè ha influenzato, con il suo lavoro, il modo di guardare agli spazi pubblici nel mondo.

Ha lavorato per molte città in Canada, Stati Uniti, Nuova Zelanda, Messico, Australia, Belgio, Germania e Polonia, ma ha certamente legato il suo nome anzitutto a quella che oggi è considerata la città più evoluta al mondo sul piano della mobilità: Copenhagen.

La migliore città al mondo per le persone lo è certamente grazie a Gehl, e ai politici che l’hanno governata.

Senza il committente, il tecnico non può nulla, così come la migliore macchina di Formula 1 resta ferma, se non c’è il pilota.

In questo caso invece l’alchimia è riuscita, e ciò chiunque può sperimentare oggi di persona il frutto di 50 anni di lavoro sugli spazi pubblici della capitale danese, una metropoli che ha scelto di mettere al centro la persona.

Gehl spesso si trova a raccontare nelle interviste di un’altra strategia vincente che ha più recentemente messo in campo Copenhagen:  è stato fatto veramente di tutto per convincere i suoi abitanti ad utilizzare la bicicletta.

Oggi il 37% dei cittadini della città più vivibile al mondo va a lavorare pedalando.

E parliamo di una grande città.  E parliamo di un paese molto più freddo e piovoso del nostro.

Trasformare una città è un processo lungo.  In questo processo, insieme a Gehl, sono città come Londra, New York, Auckland e Mosca.

E’ bellissimo sentire l’anziano professore dire che ogni mattina in cui si è svegliato in questi anni, lui sapeva che le sue città erano un pochino migliori del giorno precedente.

Ma riempie di un profondo senso di importanza in ciò che facciamo sentirlo anche dichiarare immediatamente dopo come lui sa per certo che molte altre città ogni giorno sono un pochino peggiori del giorno precedente.

Jan Gehl1 primo piano